Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

→ Condividi questo articolo:

Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

Il giorno per la presentazione del simulatore online legato al calcolo dell’anticipo pensionistico, Ape volontaria Inps, è arrivato. Il presidente, Tito Boeri, oggi 13 febbraio 2018, illustrerà sul nuovo portale dell’Istituto di Previdenza come calcolare e valutare i vantaggi dell’Ape volontaria, l’importo delle rate, l’anticipo da versare e la durata del prestito.

> Stai cercando un impiego? Segui le nostre news, CLICCA QUI

Come scrive l’Inps sul sito ufficiale, l’Ape volontaria è un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia, erogato dalla banca in quote mensili per 12 mensilità, che il beneficiario otterrà alla maturazione del diritto. È riconosciuta in via sperimentale dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018 (articolo 1, comma 166 e seguenti, legge di Bilancio 2017).

Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

Come fare domanda Ape volontaria Inps 2018

Il nuovo strumento di calcolo dell’anticipo pensionistico, Ape volontaria Inps, è stato sviluppato in base ai tassi prestabiliti da Ania, Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici) e Abi (Associazione Bancaria Italiana). Gli step per richiedere l’ape volontaria sono i seguenti:



  • il richiedente fa domanda all’Inps per ottenere il prestito e la certificazione per ottenere l’Ape grazie alla pensione maturata;
  • la pensione maturata dovrà essere superiore o pari all’1,4 volte rispetto al trattamento minimo (nel 2018 ammonta a 710,388 euro al mese);
  • un volta presentata la domanda all’Inps, l’Istituto di Previdenza provvede a comunicare all’utente l’importo minimo e massimo che può erogare;
  • per importo minimo si fa riferimento a un trattamento di 150 euro mensili, per il massimo invece si parla del 75% del trattamento pensionistico mensile in caso di anticipo superiore ai 3 anni;
  • verrà invece erogato un prestito dell’80% se la durata varia dai 24 ai 36 mesi; per l’85% se la durata varia dai 12 ai 24 mesi, per il 90% se inferiore ai 12 mesi.

Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

Categorie Ape volontaria Inps 2018?

Chi può richiedere l’anticipo pensionistico o Ape volontaria Inps? Le categorie di lavoratori sono le seguenti:

  • lavoratori autonomi
  • dipendenti pubblici
  • dipendenti privati
  • lavoratori iscritti alla Gestione Separata

Coloro che invece sono liberi professionisti iscritti alle casse professionali sono esclusi dall’opzione.

pensione

Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

Requisiti Ape volontaria Inps 2018

I requisiti per accedere all’Ape volontaria devono poter godere dei requisiti richiesti dall’Inps, ovvero:

  • avere almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi;
  • maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro 3 anni e 7 mesi;
  • avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO);
  • non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità;
  • Non è necessario cessare l’attività lavorativa.

Come abbiamo scritto sopra, la richiesta deve essere effettuata tramite il sito ufficiale dell’Istituto di Previdenza, qui. Una volta completata la procedura online essa non può essere revocata, salvo per diritto di recesso da esercitarsi nei termini previsti dalla legge in materia creditizia e bancaria e dal codice del consumo.

Ape volontaria Inps 2018: simulazione, come funziona, ultimissime news

Cosa da sapere sull’Ape volontaria Inps 2018

È importante ricordarsi che:

  • il prestito è coperto da una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio di premorienza. In caso di decesso dell’interessato prima dell’intera restituzione del debito l’assicurazione versa alla banca il debito residuo. L’eventuale pensione ai superstiti viene corrisposta senza decurtazioni;
  • in caso di concessione del prestito, dal momento in cui il contratto è reso disponibile online al richiedente decorrono i termini di 14 giorni per esercitare il diritto di recesso. In caso di recesso la domanda di pensione decade ed è priva di effetti;
  • le somme erogate a titolo di prestito non concorrono a formare reddito ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Alle somme erogate a titolo di APE si applica il tasso di interesse e il premio assicurativo relativo all’assicurazione di copertura del rischio di premorienza previsti dagli appositi accordi quadro.
  • l’ape volontaria prevede un intervento diretto del datore di lavoro del settore privato, degli enti bilaterali o dei Fondi di solidarietà, con il consenso del lavoratore, per una riduzione della percentuale di incidenza della rata di ammortamento sulla futura pensione.

LEGGI ANCHE: Scrutatori elezioni politiche 2018: compensi, quanto guadagna il 4 marzo?

© 2018, Giorgia Basile. All rights reserved.

Tags: , , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!