Pensione supplementare Inps 2018, a chi spetta? Quali sono i requisiti e le alternative

→ Condividi questo articolo:

Pensione supplementare Inps 2018, a chi spetta? Quali sono i requisiti e le alternative

Cos’è la pensione supplementare?

Pensione supplementare, a chi spetta? La carriera lavorativa può aver generato posizioni assicurative su fondi pensione diversi. La pensione supplementare è un assegno che può essere richiesto dai lavoratori già titolari di una pensione ma con contributi non sufficienti per richiedere un’ulteriore prestazione pensionistica.

Vuoi rimanere aggiornato sull’argomento ‘Pensioni’? Esplora la nostra sezione dedicata, LEGGI QUI!

Cosa può fare in questi casi il lavoratore per chiarire la propria posizione con l’Inps? Le strade sono diverse:

  • cumulo contributivo o la totalizzazione: viene richiesto all’istituto bancario da tutti coloro che hanno carriere discontinue e accrediti contributivi in diverse gestioni previdenziali. In questo caso si potrebbe procedere con la valorizzazione gratuita dei periodi indicati, ottenendo l’erogazione di una pensione
    costituita dalla somma dei trattamenti di competenza di ogni ente previdenziale coinvolto. Se si parla invece di totalizzazione, in questo caso si ha la possibilità di sommare i contributi della gestione separata Inps che altri modi non può essere ricongiunta.
  • ricongiunzione: l’istituto al quale ci si rivolge permette di dare valore agli spezzoni di vita contributiva versati in diverse casse previdenziali ma anche di valorizzare le casse libero professionali, conseguendo una sola prestazione pensionistica.
  • pensione supplementare: chi appartiene al settore privato ed è già beneficiario di una prestazione previdenziale può chiedere la liquidazione della pensione supplementare.



Pensione supplementare Inps 2018, a chi spetta? Quali sono i requisiti e le alternative

Esempi pensione supplementare?

Ad esempio un pensionato ex-inpdap con 4 anni di contributi da dipendente potrà chiedere la l’erogazione di pensione supplementare nell’AGO su tali contributi. Se la pensione principale è invece pagata dalla gestione separata oppure da una Cassa di previdenza dei professionisti, la pensione aggiuntiva sui 4 anni versati come lavoratore dipendente non può essere conseguita. In tal caso per evitare che i contributi versati vadano persi è bene che il lavoratore valuti l’opportunità, prima di chiedere la pensione, di esercitare la ricongiunzione, la totalizzazione o il nuovo cumulo dei periodi assicurativi“.

Pensione supplementare Inps 2018, a chi spetta? Quali sono i requisiti e le alternative

Come viene riconosciuta la pensione supplementare?

Possono accedere alla pensione supplementare coloro che, in base ai contributi versati o accreditati nell’Assicurazione Generale Obbligatoria, non possono godere del riconoscimento di una prestazione pensionistica autonoma.

Quando viene riconosciuta la pensione supplementare? Si può ottenere con il concepimento dell’età pensionabile, in questo caso all’età di 66 anni e 7 mesi. Con la supplementare si richiede la cessazione dell’attività di lavoro dipendente e il primo assegno dell’Inps sarà erogato dal mese successivo dalla richiesta della domanda.

LEGGI ANCHE: Pensioni oggi ultime novità 2018: Salvini su abolizione Legge Fornero e Flax Tax “garantite”

© 2018, Igor Cerrutti. All rights reserved.

Tags: , , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

novembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!