Pensioni 2017 ultimissime: 6 miliardi non stanziati, ecco il documento dell’Uil

→ Condividi questo articolo:

Pensioni 2017 ultimissime: 6 miliardi stanziati ma non usati

Il documento diffuso dal segretario confederale dell’Uil Domenico Proietti presenta un’analisi dettagliata che riassume tutti i fondi non spesi dopo la Legge Fornero. Secondo Proietti le risorse per finanziare gli interventi di previdenza da includere nella Legge di Bilancio 2018 sono da recuperare in quelle sottratte negli anni passati. “Il Governo non ha alcun alibi“, afferma il segretario che richiede dall’Unione Italiana del Lavoro il recupero immediato per la fase 2.
La fase 2 della riforma è dedicata all’obiettivo d’introdurre una pensione contributiva, le questione dei giovani e delle donne dedite al lavoro di cura.



Rimani aggiornato sull’argomento Pensioni, leggi tutte le nostre news, CLICCA QUI!

> Pensioni novità: legge stabilità 2018, blocco età 2019 ultime news

Pensioni 2017 ultimissime: le risorse per la pensione anticipata




L’Uil ha pubblicato un rapporto che fa luce sul fondo dedicato ai lavori usuranti finanziato nel 2009: il risparmio stimato è pari a 1 miliardo e 997 milioni di euro, soldi che dal 2014 e il 2016 sono stati destinati ad altre voci di bilancio e, in precedenza usati solo in modo parziale. Tra le questioni ancora in sospeso anche il lavoro di cura per il quale sono stati stanziati 3 miliardi, secondo l’Uil, mai utilizzati dal Governo.

Pensioni ultimissime 2017: Opzione Donna e Esodati

L’elenco stilato dall’Uil comprende anche l’Opzione Donna e gli esodati. Tra i dati analizzati dal sindacato si parla di 565 miliardi dedicati ai 25mila pensionamenti previsti negli anni 2016 e 2017. Non solo, ulteriori 645 milioni non sono serviti per la pensione anticipata.
Il totale delle risorse non utilizzate è sicuramente superiore poiché non è disponibile il dato effettivo di spesa e i relativi risparmi per gli anni che vanno dal 2011 al 2014, per i quali il minimale utilizzo della norma fa presupporre risparmi pari a circa un miliardo di euro e, per il 2017, anno ancora in corso“, spiega il segretario dell’Uil Proietti.
Nel 2010, a seguito della sentenza della Corte europea, si procedette all’innalzamento dell’eta’ di pensione per le donne del pubblico impiego, equiparandola a quella degli uomini. Contemporaneamente fu istituito un fondo nel quale dovevano confluire le risorse risparmiate da tale provvedimento per sostenere il lavoro di cura e il ruolo sociale delle lavoratrici. In quel fondo dal 2010 ad oggi sarebbero confluiti oltre 3 miliardi, rimasti inutilizzati poiché lo stesso non e’ stato mai attivato“.

LEGGI ANCHE: Spesometro 2017, istruzioni scadenza posticipata ottobre

© 2017 – 2018, Igor Cerrutti. All rights reserved.

Tags: , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!