Pensioni 2017 ultimissime: Ape Social, quando decade?

→ Condividi questo articolo:

Pensioni 2017 ultimissime: Ape social nuovi requisiti Inps

L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha da poco cercato di fare chiarezza sull’esclusione e decadenza dell’APE Social con il raggiungimento dei requisiti per pensione anticipata o pensione di vecchiaia. Come destreggiarsi rispetto alle rigide interpretazioni che vengono di volta in volta presentate da alcune sedi territoriali (art.1  della legge n. 232/2016 e art.8, comma 2 decreto 88/2017)?

> Pensioni 2017 ultimissime, le ultime news sul mondo della pensione



Pensioni 2017 ultimissime: quando decade il diritto all’Ape Social?

L’Ape Social, detta anche Ape agevolata, è un anticipo pensionistico rilasciato a costo zero per il contribuente che permette di uscire dal mondo del lavoro a partire già dai 63 anni.
I sindacati hanno chiesto una delucidazione da parte dell’Inps sulle garanzie fornite dal decreto attuativo: l’erogazione della pensione senza soluzione di continuità con l’APE è assicurata nel caso di domanda presentata in ritardo rispetto alla maturazione dei requisiti. Chi è in attesa della pensione anticipata, potrà accedere all’indennità fino al momento in cui non avrà presentato domanda e ricevuto l’importo mensile spettante. Se parliamo invece di pensione di vecchiaia, il diritto a ricevere l’Ape Social deve tenere conto dell’età anagrafica.
Non potranno percepire l’anticipo pensionistico tutti coloro che hanno raggiunto il requisito anagrafico previsto per accedere alla pensione di vecchiaia: 66 anni e 7 mesi.

Pensioni 2017 ultimissime e Ape Social: penalizzazioni, quello che c’è da sapere

Ulteriori chiarimenti da parte dei sindacati sono stati forniti dall’Inps riguardo alle lavoratrici in attesa di accedere all’Ape Social. Contribuzione mista e pensione sono due fattori che incidono sulla conclusione dell’Ape social. Tutte le lavoratrici con contribuzioni sufficienti al conseguimento del diritto a pensione con età anagrafica più bassa non potranno beneficiare ulteriormente dell’anticipo pensionistico. In attesa del raggiungimento dei requisiti anagrafici, l’erogazione di una delle due gestioni dovrà dunque cessare, in caso contrario si rischia di restare per un lasso di tempo senza pensione e senza Ape Social.
Con l’arrivo del nuovo anno, il 2018, il problema della contribuzione mista cesserà di esistere perché l’età pensionabile sarà livellata per tutte le lavoratrici con nuove scadenze per l’Ape Social.

LEGGI ANCHE: Lavoro e disoccupazione 2017 Italia: Istat, aumento occupati e calo inattivi

© 2017 – 2018, Davide Cortesi. All rights reserved.

Tags: , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

Facebook Pagelike Widget

ULTIME NEWS

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!