Pensioni 2017 ultimissime: nona salvaguardia esodati, ci sarà?

→ Condividi questo articolo:

Pensioni 2017 ultimissime: nona salvaguardia, risoluzioni in commissione

La nona salvaguardia ci sarà? Nelle scorse settimane sono state presentate in commissione Lavoro alla Camera, due risoluzioni dedicate alle lavoratrici postali. Cgil, Cisl e Uil hanno richiesto di verificare le risorse non ancora sbloccate per le salvaguardie esodati e per l’Opzione Donna. Nello specifico si tratta di un accordo relativo alle lavoratrici postali che nel 2011 hanno aderito a partecipare ad alcune trattative di incentivo all’esodo che consentivano di andare in pensione a 60 anni. Le nuove disposizioni della Legge Fornero hanno però fatto saltare l’aggancio all’assegno previdenziale. Le 40 lavoratrici hanno sottoscritto due tipologie di accordo di esodo: hanno ricevuto un incentivo economico nell’attesa di andare in pensione, in alternativa, hanno chiesto le dimissioni in cambio dell’assunzione a tempo indeterminato di un figlio.

> Pensioni news: Quota 100, i sindacati parlano di ‘blocco programmato’



Le lavoratrici postali dovranno dunque aspettare la pensione di vecchiaia perché, attualmente, il settore non offre ulteriori assegni previdenziali; anche l’Opzione Donna è fuori dalla portata di queste contribuenti.
Con l’approvazione del DEF, la speranza è quella di includere nelle categorie beneficiare anche le suddette esodate postali.

> Rimani aggiornato sulle ultime news? CLICCA QUI

Pensioni 2017 ultimissime: sul tavolo delle trattative esodati e lavoratrici postali

Le lavoratrici postali non sono entrate in salvaguardia perché la decorrenza della pensione si colloca dopo il 6 gennaio 2019 (Riforma Fornero l.n. 111/2011). Contributi minimi come quelli inferiori ai 30 anni sono sufficienti per richiedere la pensione di vecchiaia ma non permette alle lavoratrici postali di accedere all’Opzione donna, conosciuta come Ape Social.

OPZIONE DONNA: domanda, requisiti e decorrenza

Sul tavolo delle trattative per esodati e lavoratrici postali vi è anche l’Onorevole MariaLuisa Gnecchi che preannuncia l’arrivo di una nona salvaguardia pensionistica che, entro la fine dell’anno, potrebbe essere introdotta all’interno della Legge di bilancio 2018. Le risorse destinate al finanziamento dell’ottava salvaguardia sembrano infatti sovradimensionate: si parla di 13mila domande contro gli oltre 30.700 posti disponibili.
Nonostante però le polemiche divampate sembra risoluta la decisione presa dal Governo Gentiloni sull’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni nel 2019. È ancora poco chiaro quindi in che modo si collocheranno gli esodati e le lavoratrici postali che non hanno beneficiato dell’assegno previdenziale con il nuovo DEF 2018.



LEGGI ANCHE: Ape social 2017 lavoro usurante, requisiti e domanda Inps

© 2017, Giorgia Basile. All rights reserved.

Tags: , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!