Pensioni oggi, ultimissime 14 novembre 2017: sindacati, risposte “del tutto insufficienti”

→ Condividi questo articolo:

Pensioni oggi, ultimissime 14 novembre 2017: sindacati, risposte “del tutto insufficienti”

L’incontro a Palazzo Chigi tra leader sindacali e Governo Gentiloni non è andato a buon fine. Il direttivo del sindacato ha infatti fatto sapere che si tratta di risposte “del tutto insufficienti” quelle messe sul tavolo ieri durante l’assemblea dedicata all’innalzamento dell’età pensionabile, Ape Social e lavori gravosi.

> Vuoi rimanere aggiornato sul tema PENSIONI? LEGGI QUI

Dopo svariati incontri e l’approvazione da parte del Governo di escludere dalla Legge Fornero 2011, 15 categorie di lavori usuranti, ieri le organizzazioni sindacali sono tornate a discutere sulle pensioni per i più giovani e della possibilità di allargare la platea a nuove categorie di lavoratori italiani. Allo stato attuale delle cose però le organizzazioni sono pronte alla mobilitazione nazionale; la nota rilasciata oggi parla infatti di un giudizio della Cigl del tutto “negativo“: “[…] il comitato direttivo dà il mandato alla segreteria a decidere tutte le iniziative di mobilitazione nazionali utili a rendere chiara ed evidente la necessità di conquistare risposte coerenti con la piattaforma sulla previdenza e gli impegni già assunti dal governo”.

Pensioni oggi, ultimissime 14 novembre 2017: 300 milioni per Ape social e lavori gravosi

Nella giornata di ieri sono emersi i dettagli delle proposte politiche avanzate dal Governo Gentiloni sul pacchetto di misure dedicate a pensioni e Ape Social: saranno 300 milioni di euro disposti su sette punti: stop aumento a 67 dell’età della pensione per 15 categorie di lavori usuranti. Il nuovo metodo di calcolo comprenderà uno scatto più soft a partire dal 2021.

Pensioni oggi, ultimissime 14 novembre 2017: il 18 ci sarà la verifica finale

L’appuntamento ultimo per definire le manovre da attuare con la chiusura del 2017 saranno discusse il prossimo 18 novembre 2017. Nonostante le proteste dei leader Susanna Camusso per Cgil e Annamaria Furlan per Cisl, il premier Gentiloni ha espresso la sua approvazione per la LdB 2018 approvata insieme a Giuliano Poletti. In un suo precedente intervento, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha confermato le decisioni prese nei mesi scorsi: “Abbiamo ribadito la convinzione del governo che il collegamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita è un pilastro del sistema previdenziale e va salvaguardato”.

Dalla Cigl, la Camusso ha ribadito che “le risposte messe sul tavolo dall’esecutivo dalla mia organizzazione sono giudicate ampiamente insufficienti” e “si riferiscono ad una platea assolutamente insufficiente. Le distanze sono ancora molto significative e le proposte fatte non delineano una facile soluzione”.

LEGGI ANCHE: Pensioni oggi, ultimissime 13 novembre 2017, Ape Social, giovani e lavori gravosi sul tavolo del Governo Gentiloni

© 2017, Igor Cerrutti. All rights reserved.

Tags: , , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

giugno: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!