Pensioni oggi, ultimissime novità: Ape Social e lavori gravosi, decreto in arrivo col prossimo Governo?

→ Condividi questo articolo:

Pensioni oggi, ultimissime novità: Ape Social e lavori gravosi, decreto in arrivo col prossimo Governo?

Pensioni oggi, ultimissime 2 novembre 2017: Sarebbero 15mila gli italiani appartenenti alle 11 categorie di lavori gravosi legate al blocco dell’età pensionabile e all’Ape Social. Il numero degli interessati potrebbe però crescere ulteriormente fino a sfiorare i 20mila lavoratori con l’aggiunta di ulteriori categorie, quelle degli agricoli, dei marittimi e dei siderurgici.

> Vuoi rimanere aggiornato sul tema PENSIONI? LEGGI QUI

La svolta potrebbe arrivare presto, entro il 31 dicembre, con un nuovo decreto dedicato al blocco dell’età pensionabile a 67 anni nel 2019. L’ipotesi al vaglio sul tavolo del Governo Gentiloni e dei sindacati riguarda gli emendamenti per rendere operativo a tutti gli effetti il ritocco, con rinvio a 6 mesi fino al 2022, per le attività considerate ‘usuranti’.
Il compromesso del Governo Gentiloni non è ancora del tutto chiaro e pronto al vaglio sul tavolo del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti.

Voci ben informate parlano di uno slittamento del decreto direttoriale, previsto entro fine 2017, a ‘dopo le elezioni’. Lo stop previsto dalle organizzazioni sindacali non sarebbe però privo di controindicazioni. Secondo alcune stime, il possibile blocco, potrebbe costare alle casse dello Stato italiano ben 1,2 miliardi di euro.

Pensioni oggi, ultimissime novità: Ape Social e lavori gravosi, decreto in arrivo col prossimo Governo?

La scorciatoia più semplice nelle mani del Governo Gentiloni è quella di esentare dal meccanismo previsto dall’Inps nel 2019, quei lavoratori che svolgono lavori gravosi. Le categorie previste dal possibile decreto sono 11: operai dell’industria estrattiva e dell’edilizia, conduttori di gru, di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni, conciatori di pelli e di pellicce; macchinisti ferroviari, conduttori di mezzi pesanti e camion, infermiere e ostetriche ospedaliere, addetti all’assistenza personale di persone non autosufficienti, professori di scuola pre-primaria, facchini, addetti ai servizi di pulizia e operatori ecologici.
I leader dei sindacati di Cigl, Cisl e Uil non sono però ancora del tutto convinti del correttivo e, per questo motivo oggi è l’occasione buona per trovare una soluzione bipartisan per calmierare un’ulteriore spesa previdenziale.

Entro fine 2017 si arriverà dunque a una soluzione definitiva? A Palazzo Chigi si discute se far slittare di sei mesi questa decisione: il nuovo Governo si troverà nuovamente a decidere sull’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni. Il vero problema è capire se la ‘nuova formula’ comprenderà solo i lavori usuranti oppure anche altre categorie.

LEGGI ANCHE: Pensioni oggi, ultimissime, sindacati e Governo Gentiloni al lavoro su l’innalzamento a 67 anni

© 2017, Giorgia Basile. All rights reserved.

Tags: , , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!