Pensioni ultimissime 2017: Ape Volontaria cos’è, requisiti e come fare domanda

→ Condividi questo articolo:

Pensioni ultimissime 2017: Ape Volontaria sul tavolo dei sindacati

Nelle ultime ore sindacati e Lega Nord hanno nuovamente messo in discussione l’operato del Governo Gentiloni. Tra i temi caldi al centro della polemica c’è il DEF, il documento di economia e finanza all’esame del Parlamento, le pensioni, con la proposta Quota 100, Ape Social e Ape Volontaria.
In merito all’Ape Volontaria, a breve sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo che vedrà coinvolti circa 160mila lavoratori.  Ma di cosa si tratta?

> Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità relative alle Pensioni? Leggi la nostra sezione dedicata



Pensioni ultimissime 2017: Ape Volontaria, cos’è e come funziona

Il sito dell’Inps chiarisce la definizione di Ape Volontaria:
“È un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia, erogato dalla banca in quote mensili per 12 mensilità, che il beneficiario otterrà alla maturazione del diritto. È riconosciuta in via sperimentale dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018 (articolo 1, comma 166 e seguenti, legge di Bilancio 2017)”. A quali lavoratori è rivolto? L’anticipo finanziario a garanzia pensionistica, conosciuto anche come Ape Volontaria può essere richiesta dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla Gestione Separata. Sono esclusi i liberi professionisti iscritti alle casse professionali.

Grazie al prestito erogato dai soggetti finanziatori e dalle imprese assicurative scelti tra quelli che aderiscono agli accordi del quadro stipulato tra il Ministro dell’Economia e delle Finanze e il Ministro del Lavoro, il lavoratore può ricevere un prestito. Quest’ultimo può essere restituito in 260 rate in un periodo di 20 anni mediante trattenuta che viene effettuata dall’Inps all’atto del pagamento di ciascun rateo pensionistico, inclusa la tredicesima.
I lavoratori con almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi, in linea per maturare il diritto di pensione entro 3 anni e 7 mesi dalla data di richiesta avranno una pensione pari al netto della trattenuta per l’Ape Volontaria, o pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’Ago (Assicurazione Generale Obbligatoria).

Pensioni ultimissime 2017: Ape Volontaria, requisiti e come fare domanda

Per poter accedere al prestito relativo all’Ape Volontaria è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

– avere almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi;
– maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro tre anni e sette mesi;
– avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO);
– non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità;
Il lavoratore che fa domanda per l’Ape Volontaria non dovrà necessariamente cessare l’attività lavorativa.

Chi è interessato a ottenere l’Ape Volontaria dovrà presentare domanda di certificazione del diritto e domanda di pensione di vecchiaia, da liquidare al raggiungimento dei requisiti di legge. In seguito alla richiesta, l’INPS verificherà il possesso dei requisiti di legge, certifica il diritto all’APE e comunicherà al richiedente l’importo minimo e massimo del prestito ottenibile.
Per fare un esempio pratico possiamo prendere come esempio un lavoratore con una pensione maturata di 750 euro netti (822 euro lordi, Irpef inclusa) che richiede un’Ape volontaria dell’85% (pari a 638 euro) e un prestito-ponte di 12 mesi: la rata mensile ammonterebbe a 55 euro (considerando 11 euro di detrazione fiscale) e, andrebbe a incidere per il 4,6% per ogni anno d’anticipo sull’assegno pensionistico netto che sarebbe quindi di 706 euro al mese. Per un lavoratore con una pensione di 1.192 lordi, la rata sarebbe di 141 euro (4,4%) mentre, per un lavoratore con una pensione di 2mila euro netti che fa richiesta per l’Ape Volontaria andrebbe a percepire un assegno di 1617 euro mensili (Il Sole 24 Ore).

LEGGI ANCHE: Pensioni ultimissime 2017: Quota 100, i sindacati parlano di ‘blocco programmato’

© 2017 – 2018, Igor Cerrutti. All rights reserved.

Tags: , ,

0 Comments

Leave a Comment

I più letti

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

ULTIME NEWS

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Feb    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
error: © Labor News

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e rimani aggiornato su...

 

- offerte di lavoro
- pensioni
- concorsi
- novità sul mondo del lavoro

 

INSERISCI LA TUA E-MAIL QUI SOTTO

 

ISCRITTO!